Tour, visita guidata Marzamemi, Porto Palo

porto_palo

Visitare i piccoli comuni di Marzamemi e Portopalo di Capo Passero significa raggiungere l'estremo sud, della Sicilia, d'Italia, d'Europa. Man mano che ci si allontana da Siracusa, percorrendo prima la statale 115 e poi la provinciale per Marzamemi, il paesaggio cambia, si fa più arido, in alcuni tratti quasi africano. Ci si rende conto di percorrere una terra di confine.

 

Marzamemi è un piccolo borgo, una frazione del paese di Pachino, abitato d'inverno da poche migliaia di persone che diventano più del doppio nel periodo estivo. Nonostante ciò, col suo porticciolo, conserva ancora quell'aria da piccolo borgo di pescatori dei tempi andati. Marzamemi si sviluppò essenzialmente grazie alla costruzione di una "tonnara", una delle maggiori di Sicilia che fino al '900 costituiva la principale fonte economica del paese. Oggi la tonnara non è più in uso ma, la si può percorrere camminando per il centro del paesino.

 

La chiesa annessa è ancora in piedi e parte degli alloggi dei tonnaroti sono oggi trasformati in abitazioni estive che è possibile affittare. Il mare è bellissimo e gli appassionati di immersioni troveranno sicuramente tante opportunità visto che sul fondale si trovano ancora diversi relitti. Uscendo da Marzamemi e dirigendosi verso sud, si percorre la panoramica strada costiera. Lungo questa strada si trovano le grotte di Calafarina e Corruggi, antichi insediamenti preistorici. Proseguendo la costa si innalza rivelandoci ancora una volta il bellissimo mare. Poi, d'improvviso, dopo un tornante, si parano alla vista il bel Castello Tafuri, sontuosa e bizzarra dimora dei primi del '900 ed i resti della tonnara di Portopalo. In mezzo al mare si vede anche l'isola di Capo Passero. Entrati nel paese conviene abbandonare la macchina per raggiungere a piedi la cosiddetta "terrazza dei due mari", dirimpetto all'isolotto di Capo Passero.

Ci troviamo qui nel lembo meridionale della Sicilia, nel punto di incontro tra il mare Ionio ed il canale di Sicilia. L'isolotto di Capo Passero è poco distante e, chi lo desidera, può raggiungerlo a nuoto o con un servizio trasporto in barca. Sull'isola sono ancora visibili i resti di una fortezza medievale risalente all'epoca di Carlo V. Il Mediterraneo era infestato dai pirati e queste torri facevano parte del sistema di difesa ed avvistamento. Uscendo da Portopalo e percorrendo pochi chilometri è ancora possibile raggiungere l'isola delle Correnti. Il paesaggio è ormai del tutto africano: un'ampia spiaggia composta da dune con una bassa vegetazione. Qui il mare è sempre attraversato da forti flussi di corrente ed è quasi sempre ventoso ma la spiaggia è bellissima e vale senza dubbio una sosta.

Starting Point Hall (struttura)
  • Mattina h. 09,00
  • Durata escursione 5 ore circa
  • Minimo 4 Partecipanti
  • Costo individuale € 40,00 (Escluso Guida)

Prenotazioni

  • Per Prenotazioni chiamare 48 ore prima
  • Tel 0932 761468 Mob. 339 8477550 - 366 5982465
  • Per gruppi mandare richiesta al fax n. 0932 761468